Ai Docenti

 

Ai Referenti Covid di plesso Al Personale ATA

Alle Famiglie degli Alunni (tramite Bacheca Argo

a cura dell’Ufficio Segreteria) Al DSGA

Al Sito WEB

 

 

 

Con riferimento alle indicazioni operative per la gestione in ambito scolastico dei contatti di casi di infezione da Sars-CoV-2, si comunica che, a far data da ieri 26 gennaio 2022 è stata aggiornata la modulistica per la sorveglianza epidemiologica nelle scuole.

La diffusione della variante Omicron ha reso complessa la gestione delle attività di tracciamento nelle scuole pertanto, al fine di garantire una rapida presa in carico e gestione dei casi in ambito scolastico da parte dei competenti Servizi Igiene e Sanità Pubblica dei Dipartimenti di Prevenzione delle Aziende Sanitarie Locali territorialmente competenti e nelle more che possano essere ridefinite le disposizioni nazionali con l’obiettivo di semplificare la gestione e rendere più efficace il governo dei casi in ambito scolastico, sono state definite le seguenti indicazioni operative di cui si invita a prendere atto a modifica e integrazione di quelle già oggetto delle precedenti circolari.

 

Si riportano, qui di seguito, stralci salienti della Nota RP 744 del 26.1.22.

1. Accesso ai test antigenici rapidi a carico del Servizio Sanitario per finalità di sorveglianza scolastica.

Al fine di agevolare l’esecuzione del test antigenico rapido, secondo le tempistiche definite dalle disposizioni nazionali e regionali, presso gli erogatori (farmacie, laboratori di analisi, strutture sanitarie, PLS/MMG) facenti parte della rete regionale degli erogatori SARS-CoV-2, sono approvati i modelli di autodichiarazione, allegati alla presente circolare, da utilizzarsi a far data dal 26.01.2022 per l’erogazione, con oneri a carico del Servizio Sanitario, dei test per finalità di “Sorveglianza scolastica.

L’esecuzione del test antigenico rapido per le finalità: 

  1. di sorveglianza scolastica dei bambini che sono contatti di casi confermati (positivi) scolastici delle scuole primarie (6-11 anni) ossia il T0 (Tampone al tempo zero) e il T5 (Tampone al tempo 5);
  2. di uscita dalla quarantena (T10) e rientro a scuola dei bambini delle scuole del sistema integrato di educazione e istruzione (0-6 anni);
  3. di uscita dalla quarantena (T10) e rientro a scuola dei bambini delle scuole primarie (6-11 anni);
  4. di uscita dalla quarantena e rientro a scuola degli alunni minorenni o maggiorenni delle scuole secondarie di I e II grado (per i soli casi previsti dalla Circolare interministeriale prot. 11 del 01.2022);

può essere erogato – fino a nuova disposizione – a condizione che: 

  1. il Dirigente dell’Istituto Scolastico produca specifica comunicazione, notificata mediante il Registro elettronico di classe, in favore delle famiglie/tutori/affidatari dei minori nonché degli alunni maggiorenni indicando la presenza di uno o più casi scolastici con conseguente attivazione delle misure previste dalle disposizioni nazionali e dalle circolari regionali (T0);
  2. il Dirigente dell’Istituto Scolastico produca specifica comunicazione, notificata mediante il Registro elettronico di classe, in favore delle famiglie/tutori/affidatari dei minori nonché degli alunni maggiorenni al fine dell’esecuzione del test successivo (ove previsto) (T5 e/o T10);
  3.  il genitore/tutore/affidatario del minore nonché l’alunno maggiorenne:
  1. presenti all’erogatore del test il modello di autodichiarazione allegato alla presente circolare (Allegato 1), debitamente compilato e sottoscritto ove dovrà riportare il riferimento (protocollo e data) della comunicazione del Dirigente dell’Istituto scolastico;
  2. produca copia del documento di riconoscimento del dichiarante;
  3. esibisca la stampa o in formato digitale la copia della comunicazione del Dirigente dell’Istituto scolastico;
  1. l’erogazione avvenga sempre previa esibizione della tessera sanitaria del soggetto che si sottopone al test, come già previsto dalla normativa vigente in materia di accesso alle prestazioni del Servizio Sanitario

2.  Erogazione dei test antigenici rapidi per finalità di sorveglianza scolastica

Gli erogatori facenti parte della rete regionale SARS-CoV-2 (farmacie, laboratori di analisi e relativi punti prelievo, PLS/MMG) autorizzati all’erogazione dei test per motivi di sanità pubblica e sorveglianza scolastica (elenchi in via di pubblicazione sui siti istituzionali della Regione Puglia e Portale regionale della Salute) dovranno:

  1. accettare le autodichiarazioni debitamente compilate dai genitori/tutori/affidatari dei minori e dagli alunni maggiorenni e complete della copia del documento di riconoscimento del dichiarante;
  2. verificare i dati presenti nelle autodichiarazioni le quali dovranno essere sottoscritte in presenza dell’operatore della struttura erogatrice (incaricato di pubblico servizio);
  3. verificare e utilizzare i dati presenti nella tessera sanitaria del bambino/alunno per la registrazione informatica;
  4. sottoscrivere, per verifica e accettazione, le autodichiarazioni ricevute e da conservarsi agli atti della struttura erogatrice per ogni eventuale verifica;
  5.  rilasciare copia dell’autodichiarazione (ove richiesto) in favore dell’interessato/a;
  6. erogare il test antigenico rapido il quale dovrà rientrare nell’elenco europeo dei test ammessi;
  7. registrare immediatamente e correttamente nel sistema informativo regionale “IRIS” (Gestione semplificata) tutti i dati previsti;
  8.  generare e stampare l’attestato di esito del test antigenico rapido da consegnarsi al genitore /tutore/affidatario del minore o all’alunno maggiorenne.

 In caso di esito positivo al test, il soggetto dovrà osservare immediatamente l’isolamento domiciliare e attendere le indicazioni del SISP ASL territorialmente competente.

3.  Personale scolastico

La procedura di cui al punto precedente si applica anche al personale scolastico, docente e non docente, che è stato a contatto con un “caso confermato” in ambito scolastico. Tali operatori potranno accedere all’esecuzione del test antigenico rapido esibendo il modello di autodichiarazione Allegato 1 che dovrà essere debitamente compilato e sottoscritto.

4.  Rientro a scuola

Per il rientro a scuola sarà sufficiente l’esibizione da parte del genitore/tutore/affidatario del minore o all’alunno maggiorenne nonché del personale scolastico dell’attestato di esito negativo del test antigenico rapido effettuato per le finalità di sorveglianza scolastica.

Si specifica, inoltre, che gli alunni/studenti e il personale scolastico appartenenti a sezioni/classi in quarantena che non effettuano il test al decimo giorno, ma che osservano i 14 giorni di quarantena dal contatto con il caso Covid-19, devono produrre al rientro a scuola una autocertificazione di assenza di sintomatologia, secondo il modello Allegato 2.

5.  Comunicazione alla ASL dei casi Covid-19 in ambito scolastico

I Dirigenti di tutti gli istituti scolastici assicurano la predisposizione e la trasmissione tempestiva al Referente ASL Covid-19 del SISP ASL territorialmente competente dei fogli elettronici contenenti i dati dei contatti di casi confermati scolastici, utilizzando il foglio elettronico trasmesso in allegato alla presente comunicazione.

Tali fogli elettronici dovranno essere trasmessi dai Dirigenti degli Istituti Scolastici all’apposito indirizzo di posta elettronica del Referente ASL Covid-19 del SISP ASL territorialmente competente.

Si trasmettono, in allegato, la Nota RP 744 del 26.1.2022 e - in unico file – le Autodichiarazioni All. 1 e All. 2 che le famiglie ed il personale scolastico dovranno produrre.

 Nel ringraziare per la consueta collaborazione si porge un cordiale saluto.

Statte, 27 gennaio 2022

Il Dirigente Scolastico

Rossana Fornaro

Allegati:

Nota Regione Puglia n. 744 del 26.01.2022