Accessibilità

Arrow
Arrow
PlayPause
Slider

Pubblicità Legale

albo

Amministrazione Trasparente

at

Registro Elettronico - Famiglie

registro elettronico15

Modulistica

modulistica

ptof2
Il Piano Triennale dell'Offerta Formativa costituisce documento fondamentale costitutivo dell'identità culturale e progettuale della nostra scuola.

pdm
Il Piano di Miglioramento prevede interventi collocati su due livelli: quello delle pratiche educative e didattiche e quello delle pratiche gestionali ed organizzative, per agire in maniera efficace sulla complessità del sistema scuola.

rav
Il Rapporto di Autovalutazione è articolato in 5 sezioni: contesto e risorse, esiti degli studenti, processi messi in atto dalla scuola, processo di autovalutazione in corso e linee prioritarie d'azione.

News in evidenza

Determina n.17 del 26/05/2022 di affidamento diretto alla ditta PERRONE SNC & C. mediante trattativa diretta n. 2144823

06-06-2022
  Determina n.17 del 26/05/2022

Determina n. 16 del 12/05/2022 di avvio della procedura di affidamento diretto su MEPA t r a m i t e O D A. Codice progetto: 10.8.1AFESRPON-PU2021-526 Titolo “Cablaggio strutturato e sicuro

06-06-2022
    Determina n. 16 del 12/05/2022

Adozioni libri di testo scuola secondaria L. Da Vinci a.s. 2022/23

06-06-2022
LIBRI DI TESTO SCUOLA SECONDARIA  L.D.V. A.S. 2022/23

Adozioni libri di testo scuola primaria P. Borsellino a.s. 2022/23

06-06-2022
LIBRI DI TESTO P. BORSELLINO A.S. 2022/23

Adozione libri di testo scuola Primaria Giovanni XXIII a.s. 2022/23

06-06-2022
LIBRI DI TESTO GIOVANNI XXIII A.S. 2022/23

Determina n.17 del 26/05/2022 di affidamento diretto alla ditta PERRONE SNC & C. mediante trattativa diretta n. 2144823

Determina n. 16 del 12/05/2022 di avvio della procedura di affidamento diretto su MEPA t r a m i t e O D A. Codice progetto: 10.8.1AFESRPON-PU2021-526 Titolo “Cablaggio strutturato e sicuro

Adozioni libri di testo scuola secondaria L. Da Vinci a.s. 2022/23

Adozioni libri di testo scuola primaria P. Borsellino a.s. 2022/23

Adozione libri di testo scuola Primaria Giovanni XXIII a.s. 2022/23

Piano Nazionale Scuola Digitale

pnsd300x110

Erasmus+

erasmus

PON Scuola 2014-2020

Loghi PON 2014 2020 fse fesr corto

Pago in Rete

Pago in Rete

banner pagoinrete pa

L'ora di lezione non basta

ODLNB ScuolaPartner WEB TRASP

Organigramma

organigramma

Privacy

pr2

      Ai Genitori dei bambini del territorio

Ai docenti delle sezioni di cinque anni della scuola dell’infanzia 

AL SITO DELLA SCUOLA

Care Famiglie,

vi apprestate a compiere l’importante scelta della scuola dell’Infanzia che accoglierà i vostri bambini, passaggio questo molto delicato e denso di emozioni nella vostra vita e in quella dei vostri piccoli. Pur non avendo la possibilità di incontrarci personalmente e farvi conoscere fisicamente gli ambienti scolastici, i docenti e lo staff dell’I.C. Giovanni XXIII vi aspettano per presentarvi on line l’offerta formativa dell’istituto e per rispondere a tutte le vostre domande, in modo che possiate comunque entrare nel cuore e nell’essenza che caratterizza ogni singolo plesso e gruppo di lavoro 


Giovedì 13 gennaio alle ore 16,30 incontreremo i genitori interessati al seguente link https://meet.google.com/spq-qmss-dgr  

In questa occasione vi illustreremo l’offerta formativa della scuola in modo che possiate maturare una scelta in vista delle iscrizioni online che dovrete effettuare entro il 28 gennaio. 

Nel frattempo, auguriamo a tutti voi un sereno 2022, che sia migliore e sorridente!

Statte, 4 gennaio 2022

                                                                                                   IL DIRIGENTE SCOLASTICO

                                                                                                          Rossana FORNARO

                  Agli Alunni delle classi 5e Scuola Primaria

Ai Genitori degli alunni delle classi 5e

(tramite bacheca argo a cura dei coordinatori di classe)

Ai docenti delle classi quinte Scuola

Primaria e  delle future prime Scuola

Secondaria di I grado

AL SITO DELLA SCUOLA

Gentili Genitori, Cari ragazzi,

il vostro percorso nella scuola primaria è quasi giunto al termine e tra poco sarete chiamati a scegliere la scuola secondaria di I grado. Noi ci auguriamo che vogliate continuare il vostro percorso nella nostra scuola e ci teniamo ad informarvi che anche quest’anno vi sarà data la possibilità di scegliere tra l’Indirizzo tradizionale e l’Indirizzo Musicale.

Pur non avendo la possibilità di incontrarci personalmente e farvi conoscere fisicamente gli ambienti scolastici, i docenti e lo staff dell’I.C. Giovanni XXIII vi aspettano per presentarvi on line l’offerta formativa dell’istituto e per rispondere a tutte le vostre domande.

Lunedì 10 gennaio:

*per partecipare sarà necessario utilizzare l’account scuolastatte.edu.it dei vostri figli

In questa occasione vi illustreremo l’offerta formativa della scuola in modo che possiate maturare una scelta in vista delle iscrizioni online che Voi e i Vostri genitori dovrete effettuare entro il 28 gennaio. Nel frattempo, auguriamo a tutti voi un sereno 2022, che sia migliore, sorridente e musicale!

Statte, 4 gennaio 2022

                                                                                                                                        IL DIRIGENTE SCOLASTICO

                                                                                                                                            Rossana FORNARO

                         

 

Alle Famiglie degli alunni cinquenni 

Scuola dell’Infanzia

 

Alle Famiglie degli alunni classi 5

Scuola Primaria

 

Alle Famiglie degli alunni classi 3

Scuola Sec. I grado

 

Ai Docenti

Al Personale ATA

Al DSGA

Al Sito web istituzionale

 

 

 

Oggetto: Avvio delle iscrizioni alle classi prime a.s. 2022-2023.

Come già anticipato con la Circolare n. 202 prot. 19902 del 1°.12.2021, sarà possibile effettuare le iscrizioni alle classi prime dalle 8:00 del 4 gennaio 2022 alle 20:00 del 28 gennaio 2022 registrandosi sul portale dedicato www.istruzione.it/iscrizionionline/  utilizzando le credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), CIE (Carta di identità elettronica) o eIDAS (electronic IDentification Authentication and Signature) già a partire dalle ore 9:00 del 20 dicembre 2021. 

Le iscrizioni saranno online per tutte le classi prime della scuola primaria, secondaria di primo e secondo grado. L’iscrizione si effettua, invece, in modalità cartacea per la scuola dell’infanzia.

Procedura valida per tutte le iscrizioni on line.

 

I genitori e gli esercenti la responsabilità genitoriale per effettuare l’iscrizione on line:  

  • individuano la scuola d’interesse, attraverso l’applicazione Scuola in chiaro in un’app oppure attraverso il portale “Scuola in Chiaro”. Per consentire una scelta consapevole della scuola, i genitori hanno a disposizione, all’interno di “Scuola in chiaro”, il Rapporto di Autovalutazione (RAV);
  • si registrano sul sito istruzione.it/iscrizionionline/ inserendo i propri dati, seguendo le indicazioni presenti utilizzando le credenziali relative all’identità digitale (SPID). La funzione di registrazione è attiva a partire dalle ore 9:00 del 20 dicembre 2021;
  • compilano la domanda in tutte le sue parti, mediante il modulo on line, a partire dalle ore 8:00 del 4 gennaio 2022;
  • inviano la domanda d’iscrizione alla scuola di destinazione entro le ore 20:00 del 28 gennaio 2022.

Il sistema “Iscrizioni on line” avvisa in tempo reale, a mezzo posta elettronica, dell’avvenuta registrazione o delle variazioni di stato della domanda. I genitori possono seguire l’iter della domanda inoltrata attraverso una specifica funzione web. L’accoglimento della domanda sarà comunicato attraverso il sistema “Iscrizioni on line.  

Il modulo di iscrizione on line, rientrando nella responsabilità genitoriale, deve essere sempre condiviso da entrambi i genitori e gli esercenti la responsabilità genitoriale. 

Si ricorda che la compilazione del modulo d’iscrizione avviene ai sensi delle disposizioni di cui al DPR 445/2000, recante “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa”. Pertanto, i dati riportati nel modulo d’iscrizione assumono il valore di dichiarazioni sostitutive di certificazione, rese ai sensi dell’articolo 46 del citato DPR. Si rammentano infine le disposizioni di cui agli articoli 75 e 76 del DPR 445/2000 che, oltre a comportare la decadenza dai benefici, prevedono conseguenze di carattere amministrativo e penale per chi rilasci dichiarazioni non corrispondenti a verità.

 

Iscrizioni alla prima classe della scuola primaria.

Le iscrizioni alla prima classe della scuola primaria si effettuano attraverso il sistema “Iscrizioni on line”, dalle ore 8:00 del 4 gennaio 2022 alle ore 20:00 del 28 gennaio 2022. I genitori e gli esercenti la responsabilità genitoriale devono iscrivere alla prima classe della scuola primaria i bambini che compiono sei anni di età entro il 31 dicembre 2022 e possono iscrivere i bambini che compiono sei anni di età dopo il 31 dicembre 2022 ed entro il 30 aprile 2023. 

Non è consentita, anche in presenza di disponibilità di posti, l’iscrizione alla prima classe della scuola primaria di bambini che compiono i sei anni di età successivamente al 30 aprile 2023.  Con riferimento ai bambini che compiono i sei anni di età tra il 1° gennaio e il 30 aprile 2023, i genitori possono avvalersi, per una scelta attenta e consapevole, delle indicazioni e degli orientamenti forniti dai docenti delle scuole dell’infanzia frequentate dai bambini. I codici meccanografici di riferimento sono: 

 

Plesso Giovanni XXIII - TAEE85401V                           Plesso Paolo Borsellino - TAEE85402X

Per ulteriori informazioni gli interessati potranno consultare telefonicamente il Personale di Segreteria dal 4 gennaio 2022 tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 10:30.

 

Iscrizioni alla prima classe della scuola secondaria di primo grado.

Le iscrizioni alla prima classe della scuola secondaria di primo grado si effettuano attraverso il sistema “Iscrizioni on line”, dalle ore 8:00 del 4 gennaio 2022 alle ore 20:00 del 28 gennaio 2022.  

All’atto dell’iscrizione, i genitori esprimono le proprie opzioni rispetto alle possibili articolazioni dell’orario settimanale che, per il plesso Leonardo da Vinci, è così definito: 

modulo orario 33 ore (Indirizzo musicale) e modulo orario 30 ore (Indirizzo tradizionale)

deliberati dal Consiglio di Istituto anche ai fini dell’accoglimento delle richieste di articolazione dell’orario settimanale. Per l’iscrizione alle prime classi a indirizzo musicale, i genitori e gli esercenti la responsabilità genitoriale barrano l’apposita casella del modulo di domanda di iscrizione on line.  Il sistema “Iscrizioni on line” comunica di aver inoltrato la domanda di iscrizione. 

Con riferimento agli istituti comprensivi, non sono previste iscrizioni d’ufficio e deve essere utilizzata la procedura di iscrizione on line. Si ribadisce che gli alunni provenienti dalle scuole primarie dello stesso istituto comprensivo hanno priorità rispetto a quelli provenienti da altri istituti. 

Il codice meccanografico di riferimento per il Plesso Leonardo da Vinci è - TAMM85401T

Per ulteriori informazioni gli interessati potranno consultare telefonicamente il Personale di Segreteria dal 4 gennaio 2022 tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 10:30.

 

Iscrizioni alla prima classe della scuola secondaria di secondo grado.

 

Le domande di iscrizione alla prima classe della scuola secondaria di secondo grado degli alunni che abbiano conseguito o prevedano di conseguire il titolo conclusivo del primo ciclo di istruzione prima dell’inizio dell’anno scolastico 2022-2023 sono effettuate attraverso il sistema “Iscrizioni on line”, dalle ore 8:00 del 4 gennaio 2022 alle ore 20:00 del 28 gennaio 2022.  

I genitori e gli esercenti la responsabilità genitoriale possono effettuare l’iscrizione a uno degli indirizzi di studio previsti dagli ordinamenti dei licei, degli istituti tecnici e degli istituti professionali esprimendo anche l’eventuale opzione rispetto ai diversi indirizzi attivati dalla scuola.  Ai fini delle iscrizioni assume una rilevanza peculiare il “consiglio orientativo” espresso dal Consiglio di classe per tutti gli alunni della terza classe di scuola secondaria di primo grado, inteso a supportare le scelte di prosecuzione dell’obbligo d’istruzione e reso noto ai genitori in occasione dei colloqui on line svoltisi il 14.12.2021. 

La domanda di iscrizione alla prima classe di un istituto di istruzione secondaria di secondo grado è presentata a una sola scuola e permette di indicare, in subordine, fino a un massimo di altri due istituti di proprio gradimento oltre quello prescelto. Qualora si verifichi un’eccedenza di domande rispetto ai posti disponibili nella scuola di prima scelta, le domande non accolte vengono indirizzate verso gli altri istituti per i quali è stato espresso il gradimento. In tal caso, il sistema “Iscrizioni on line” comunica ai genitori, a mezzo posta elettronica, di aver inoltrato la domanda di iscrizione all’istituto indicato in subordine. L’accoglimento della domanda di iscrizione da parte di una delle istituzioni scolastiche indicate nel modulo on line rende inefficaci le altre opzioni. 

Il sistema “Iscrizioni on line” comunica, via posta elettronica, l’accettazione definitiva della domanda da parte di una delle scuole indicate.

Il codice meccanografico di provenienza dal plesso Leonardo da Vinci è TAMM85401T

Per ulteriori informazioni gli interessati potranno consultare il sito web della Scuola Secondaria di II grado in cui desiderano iscrivere lo studente.

Iscrizioni alle sezioni della scuola dell’infanzia.

 

Per l’anno scolastico 2022/2023 l’iscrizione alle sezioni di scuola dell’infanzia si effettua con domanda da presentare all’istituzione scolastica prescelta dal 4 gennaio 2022 al 28 gennaio 2022, attraverso la compilazione dell’Allegato Scheda A alla presente Circolare n. 244/2022 e già disponibile sul sito istituzionale, in Area Famiglie al link: 

http://www.scuolastatte.edu.it/images/Documenti/Scheda_A_Infanzia_2022-2023_corretto.pdf

I genitori e gli esercenti la responsabilità genitoriale avranno cura di compilare in tutte le sue parti l’Allegato Scheda A inviandolo all’e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

 

La scuola dell’infanzia accoglie bambini di età compresa tra i tre e i cinque anni compiuti entro il 31 dicembre 2022. Possono, inoltre, a richiesta dei genitori e degli esercenti la responsabilità genitoriale essere iscritti bambini che compiono il terzo anno di età entro il 30 aprile

  1. Non è consentita, anche in presenza di disponibilità di posti, l’iscrizione alla scuola dell’infanzia di bambini che compiono i tre anni di età successivamente al 30 aprile 2023.

Per ulteriori informazioni gli interessati potranno consultare telefonicamente il Personale di Segreteria dal 4 gennaio 2022 tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 10:30.

Nel ringraziare per la consueta collaborazione si porge un cordiale saluto.

Statte, 3 gennaio 2022                                                                   IL DIRIGENTE SCOLASTICO

                                                                                                          Rossana FORNARO

Allegato: 

Scheda A- modulo Iscrizione Scuola dell'Infanzia a.s. 2022-2023 (composto da 7  pagine)

 

Alle Famiglie degli Alunni

Facendo seguito alla Circolare interna n. 229 prot. 20530 del 13.12.2021, già pubblicata sul sito istituzionale, si riceve e si diffonde la modulistica relativa alla campagna vaccinale per la popolazione pediatrica compresa nella fascia d’età 5-11 anni (nati dal 1° gennaio 2011 al 31 dicembre 2016).

I bambini che frequentano la nostra Istituzione scolastica potranno recarsi - per la somministrazione vaccinale - presso l’Istituto Comprensivo “San Giovanni Bosco” – Via Abatangelo snc a Massafra martedì 4 gennaio dalle 9 alle 12, accompagnati dai genitori o dai delegati muniti della necessaria modulistica che si allega.

Le famiglie che liberamente scelgono di sottoporre i bambini al vaccino accompagnano il minore con il modulo di consenso informato debitamente compilato e sottoscritto sempre da entrambi i genitori, o dal/dai tutore/i o affidatari; il minore potrà accedere alla vaccinazione accompagnato anche da un familiare o un soggetto terzo (es. nonni, fratello/sorella maggiorenni, etc…) purché in possesso di delega sottoscritta da entrambi i genitori/tutori/affidatari e munito del modulo di consenso informato compilato e sottoscritto.

Ai docenti coordinatori si chiede di inserire la presente in Bacheca Argo, con presa visione da parte delle Famiglie.

Nel ringraziare per l’attenzione si porge un cordiale saluto.

Statte, 20 dicembre 2021

                                                                                                                                                             

                                                                                                                                          IL DIRIGENTE SCOLASTICO

                                                                                                                                                Rossana FORNARO

 

Allegati:

All. A Consenso informato

All. B Modulo Triage Prevaccinale

All. C Modulo delega

All. D Modulo minore straniero non accompagnato

All. E Dichiarazione genitore

All. E-F Dichiarazione genitore ed estratto normativo

 

 

 

 

 

Alle Famiglie degli Alunni

 

Con la pubblicazione delle Indicazioni operative contenute nel Piano Strategico Vaccinazione anti Covid- 19, prende avvio la campagna di somministrazione per la popolazione pediatrica compresa nella fascia d’età 5-11 anni (nati dal 1° gennaio 2011 al 31 dicembre 2016).

La somministrazione in favore dei bambini è prevista a partire dal 16.12.2021.

Pertanto, al fine di favorire la massima adesione all’importante campagna di vaccinazione anti SARS-CoV- 2/Covid-19 per i bambini in età pediatrica, l’organizzazione delle attività è curata dalla Direzione del Dipartimento di Prevenzione/SISP e dalle Direzioni Dipartimenti Cure Primarie di ciascuna Azienda Sanitaria Locale d’intesa con le Amministrazioni Comunali e con l’Ufficio Scolastico Provinciale anche mediante l’individuazione di plessi scolastici (Punti Vaccinali Scolastici – PVS) in cui garantire la somministrazione della vaccinazione, a partire dal 16 dicembre prossimo.

Le Istituzioni scolastiche appartenenti al Primo Ciclo d’Istruzione che si sono rese disponibili ad ospitare le attività di somministrazione vaccinale per il Distretto 2 che comprende i Comuni di Massafra, Mottola, Palagiano e Statte sono l’IC MANZONI di Mottola e l’IC S.G. BOSCO di Massafra.

In ragione delle interlocuzioni già avviate e in via di formalizzazione mediante Accordo con le Rappresentanze sindacali di categoria, i Pediatri di Libera Scelta assicureranno - in questa particolare fase di avvio della vaccinazione in età pediatrica - la massima disponibilità al fine di prendere in carico e gestire ogni necessità connessa alla vaccinazione.

Le famiglie accompagnano il minore con il modulo di consenso informato che dovrà essere presentato debitamente compilato e sottoscritto sempre da entrambi i genitori, o dal/dai tutore/i o affidatari; il minore potrà accedere alla vaccinazione accompagnato anche da un familiare o un soggetto terzo (es. nonni, fratello/sorella maggiorenni, etc…) purché in possesso di delega sottoscritta da parte di entrambe i genitori/tutori/affidatari e munito del modulo di consenso informato compilato e sottoscritto.

Nel ringraziare per l’attenzione si porge un cordiale saluto.

Statte, 13 dicembre 2021

                                                                                                                                           IL DIRIGENTE SCOLASTICO

                                                                                                                                                 Rossana FORNARO

Allegato: Regione Puglia prot. 40224 del 9.12.2021 Piano Strategico Vaccinazione anti Covid-19 – Avvio campagna di somministrazione per la popolazione pediatrica (5-11 anni) – Indicazioni operative

 

Ai Sigg. Genitori degli alunni

OGGETTO: Sciopero generale intera giornata del 10 dicembre 2021 proclamata da FLC CGIL - UIL SCUOLA - SNALS - GILDA.

Per assicurare le prestazioni relative alla garanzia dei servizi pubblici essenziali così come individuati dalla normativa e, attivare la procedura relativa alla comunicazione dello sciopero alle famiglie ed agli alunni,

Tenuto conto dell’Accordo Aran sulle “Norme di garanzia dei servizi pubblici essenziali e sulle procedure di raffreddamento e conciliazione in caso di sciopero del personale del Comparto Istruzione e Ricerca” sottoscritto il 2 dicembre 2020 (valutato idoneo dalla Commissione di Garanzia con delibera 303 del 17 dicembre 2020 e pubblicato sulla GU serie generale n. 8 del 12 gennaio 2021);

Visto l’art. 2, del medesimo accordo “Servizi pubblici essenziali e prestazioni indispensabili per le istituzioni scolastiche ed educative”;

Considerato l’art. 3, c. 5 del medesimo accordo;

Visto l’Accordo sulle norme di garanzia dei servizi pubblici essenziali e sulle procedure di raffreddamento e conciliazione in caso di sciopero del personale del Comparto Istruzione e Ricerca prot. 2496 del 11/02/2021;

VISTA la Nota USR Puglia prot. 39664 del 3.12.2021 recante all’oggetto: Area e Comparto Istruzione e Ricerca – Sezione Scuola. Azioni di sciopero per la giornata del 10 dicembre 2021.

VISTA la proclamazione dello sciopero indetto dai sindacati indicati in oggetto;

PREMESSO CHE ai sensi dell’art. 3, comma 4, dell’Accordo Aran sulle nome di garanzia dei servizi pubblici essenziali e sulle procedure di raffreddamento e conciliazione in caso di sciopero firmato il 2 dicembre 2020: “In occasione di ogni sciopero, i dirigenti scolastici invitano in forma scritta, anche via e-mail, il personale a comunicare in forma scritta, entro il

 

quarto giorno dalla comunicazione della proclamazione dello sciopero, la propria intenzione di aderire allo sciopero o di non aderirvi o di non aver ancora maturato alcuna decisione al riguardo. La dichiarazione di adesione fa fede ai fini della trattenuta sulla busta paga ed è irrevocabile, fermo restando quanto previsto al comma 6. A tal fine i dirigenti scolastici riportano nella motivazione della comunicazione il testo integrale del presente comma”;

SI COMUNICA

Ipotesi di scheda informativa ad uso delle Istituzioni scolastiche e dell'Amministrazione al fine di assolvere agli obblighi

di informazione previsti dall'Accordo del 2 dicembre 2020

SCIOPERI AREA E COMPARTO ISTRUZIONE E RICERCA - SETTORE SCUOLA - PROCLAMATI PER L'INTERA GIORNATA DEL 10 DICEMBRE 2021 CON DISTINTE NOTE DA :

FLC CGIL, UIL SCUOLA RUA, SNALS CONFSAL, FEDERAZIONE GILDA UNAMS, AND, ANIEF, COBAS-COMITATI DI BASE DELLA SCUOLA, CUB SUR, FISI, SISA

 

Azione proclamata da

%

Rappresentatività a livello nazionale

comparto(1)

%

Rappresentatività a livello nazionale

Area Dirigenza

% voti nella scuola per le elezioni RSU

 

Tipo di sciopero

 

Durata dello sciopero

 

Flc Cgil

24%

16,93%

 

Nazionale

scuola

 

intera giornata

Uil scuola rua

15,61%

7,48%

 

Nazionale

scuola

 

intera giornata

Snals Confsal

13,64%

6,33%

 

Nazionale

scuola

 

intera giornata

Federazione Gilda Unams

9,23

   

Nazionale scuola

 

intera giornata

 

Personale interessato allo sciopero: Docente, Ata, Educativo e Dirigente, a tempo determinato e indeterminato, del Comparto e Area istruzione e ricerca

Motivazione dello sciopero

Scioperi

precedenti

a.s.

data

Tipo di sciopero

solo

con altre sigle sndacali

% adesione nazionale (2)

%

adesio ne nella

scuola

2019-2020

08/06/2020

intera giornata

 

X

0,50

-

 

Azione proclamata da

%

Rappresentatività a livello nazionale

(1)

% voti nella scuola per le elezioni RSU

Tipo di sciopero

Durata dello sciopero

 

AND

0,02

 

Nazionale

scuola

Intera

giornata

Personale interessato allo sciopero: docente ed educativo

Motivazione dello sciopero

Scioperi

precedenti

a.s.

data

Tipo di sciopero

solo

con altre sigle sndacali

% adesione nazionale (2)

%

adesio ne nella

scuola

2019-2020

-

-

-

-

-

-

2020-2021

-

-

-

-

-

-

Azione proclamata da

%

Rappresentatività a livello nazionale

(1)

% voti nella scuola per le elezioni RSU

Tipo di sciopero

Durata dello sciopero

 

ANIEF

6,16%

 

Nazionale

scuola

Intera

giornata

Personale interessato allo sciopero: docente ed educativo

Motivazione dello sciopero

Scioperi

precedenti

a.s.

data

Tipo di sciopero

solo

con altre sigle sndacali

% adesione nazionale (2)

%

adesio ne nella

scuola

2021-2022

13/09/2021

intera

giornata

-

x

0,99

 

2019-2020

12/11/2019

Intera

giornata

x

 

0,98

-

Azione proclamata da

%

Rappresentatività a livello nazionale

(1)

% voti nella scuola per le elezioni RSU

Tipo di sciopero

Durata dello sciopero

COBAS -

COMITATI DI BASE DELLA

1,62%

 

Nazionale scuola

Intera giornata

 

SCUOLA

         

Personale interessato allo sciopero: docente, educativo ed ata

Motivazione dello sciopero

Scioperi

precedenti

a.s.

data

Tipo di sciopero

solo

con altre sigle sndacali

% adesione nazionale (2)

%

adesio ne nella

scuola

2021-2022

11/10/2021

intera

giornata

-

x

1,30

 

2020-2021

06/05/2021

Intera

giornata

-

x

1,11

-

2020-2021

26/03/2021

Intera

giornata

-

x

0,76

-

Azione proclamata da

%

Rappresentatività a livello nazionale

(1)

% voti nella scuola per le elezioni RSU

Tipo di sciopero

Durata dello sciopero

 

CUB SUR

0,19%

 

Nazionale

scuola

Intera

giornata

 
 

Personale interessato allo sciopero: docente, ata, educativo e dirigente , a tempo determinato, indeterminato e con contratto atipico

Motivazione dello sciopero

Scioperi

precedenti

a.s.

data

Tipo di sciopero

solo

con altre sigle sndacali

% adesione nazionale (2)

%

adesio ne nella

scuola

2021-2022

11/10/2021

intera

giornata

-

x

1,30

 

2020-2021

29/09/2020

intera

giornata

-

x

0,63

 

2020-2021

23/10/2020

intera

giornata

-

x

0,69

 

2020-2021

06/05/2021

Intera

giornata

-

x

1,11

-

Azione proclamata da

%

Rappresentatività a livello nazionale

(1)

% voti nella scuola per le elezioni RSU

Tipo di sciopero

Durata dello sciopero

FISI

non rilevata

 

Nazionale

Intera

 

     

scuola

giornata

 

Personale interessato allo sciopero: tutto il personale del comparto istruzione e ricerca - settore

scuola.

Motivazione dello sciopero

Scioperi

precedenti

a.s.

data

Tipo di sciopero

solo

con altre sigle sndacali

% adesione nazionale (2)

%

adesio ne nella

scuola

2021-2022

dal 15 a l 19

ottobre

ad oltranza

x

-

media 0,42

 

2021-2022

dal 21 al 30

ottobre

ad oltranza

x

-

media 0,08

 

abolizione concorso dirigente scolastico;assunzione su tutti i posti vacanti e disponibili per tutti gli ordini di scuola con immediato ope legis; creazione ruolo unico docente; assunzione su tutti i posti vacanti disponibili del personale ata; cncorso riservato DSGA FF con almeno tre anni di servizio; introduzione studio di arabo, russo e cinese nelle scuole secondarie superiori.

 

Azione proclamata da

%

Rappresentatività a livello nazionale

(1)

% voti nella scuola per le elezioni RSU

Tipo di sciopero

Durata dello sciopero

 

SISA

0,01%

 

Nazionale

scuola

Intera

giornata

 
 

Personale interessato: docente, dirigente ed ata, di ruolo e precario. Motivazione dello sciopero

Scioperi precedenti

a.s.

data

Tipo di sciopero

solo

con altre sigle sndacali

% adesione nazionale (2)

%

adesio ne nella

scuola

2021-2022

13/09/2021

intera

giornata

-

x

0,99

 

2020-2021

01/03/2021

intera

giornata

x

-

0,98

 
 

NOTE

(1)

Fonte ARAN 4 https://www.aranagenzia.it/rappresentativita-sindacale- loader/rappresentativita/triennio-2019-2021-provvisorio.html

(2)

Fonte Ministero dell'istruzione

  1. PERCENTUALI DI ADESIONE REGISTRATE AI PRECEDENTI SCIOPERI

I precedenti scioperi indetti dalla/e organizzazione/i sindacale/i in oggetto nel corso del corrente a.s. e dell’a.s. precedente hanno ottenuto le seguenti percentuali di adesione tra il personale di questa istituzione scolastica

 

tenuto al servizio:

DATA

OO.SS. che hanno indetto lo sciopero o vi hanno aderito

% adesione

   

0%

  1. PRESTAZIONI INDISPENSABILI DA GARANTIRE

Ai sensi dell’art. 2, comma 2, del richiamato Accordo Aran, in relazione all’azione di sciopero indicata in oggetto, presso questa istituzione scolastica:

non sono state individuate prestazioni indispensabili di cui occorra garantire la continuità.

Sulla base dei dati raccolti circa l’adesione del personale allo sciopero di cui in oggetto, si prevede di:

poter assicurare il regolare svolgimento delle lezioni per l’intera giornata in tutte le classi.

                                                                                    Il dirigente scolastico

                                                                                     Rossana FORNARO

 

 

Alle Famiglie degli alunni cinquenni Scuola dell’Infanzia

Alle Famiglie degli alunni classi 5e Scuola Primaria

Alle Famiglie degli alunni classi 3e Scuola Sec. I grado

 

Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato la Nota prot. 29452 del 30.11.2021 con le indicazioni per le iscrizioni delle studentesse e degli studenti all’anno scolastico 2022-2023.

Le iscrizioni saranno online per tutte le classi prime della scuola primaria, secondaria di primo e secondo grado statale. L’iscrizione si effettua, invece, in modalità cartacea per la scuola dell’infanzia.

Per affiancare i genitori nella scelta è disposizione un’App del portale ‘Scuola in Chiaro’ che consente di accedere con maggiore facilità alle principali informazioni relative a ciascun istituto.

Ci sarà tempo dalle 8:00 del 4 gennaio 2022 alle 20:00 del 24 gennaio 2022 per inoltrare la domanda, ma i genitori e gli esercenti la responsabilità genitoriale (affidatari, tutori) accedono al sistema “Iscrizioni on line”, disponibile sul portale del Ministero dell’Istruzione www.istruzione.it/iscrizionionline/ utilizzando le credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), CIE (Carta di identità elettronica) o eIDAS (electronic IDentification Authentication and Signature) già a partire dalle ore 9:00 del 20 dicembre 2021.

Scuola dell’infanzia: Sono escluse dalla modalità telematica le iscrizioni relative alle sezioni della scuola dell’infanzia e potranno essere iscritti i bambini di età compresa tra i 3 e i 5 anni compiuti entro il 31 dicembre 2022. Potranno essere iscritti anche i bambini che compiono il terzo anno di età entro il 30 aprile 2023.

Scuola primaria: sarà possibile iscrivere alle classi prime della scuola primaria i bambini che compiono 6 anni di età entro il 31 dicembre 2022. Potranno essere iscritti anche i bambini che compiono 6 anni dopo il 31 dicembre 2022, ma entro il 30 aprile 2023.

 

Secondaria di primo grado: per la scuola secondaria di primo grado, al momento dell’iscrizione, le famiglie esprimeranno la propria opzione rispetto all’orario settimanale correlato all’indirizzo di studio attivato dalla scuola.

Secondaria di secondo grado: per la scuola secondaria di secondo grado, le famiglie effettueranno la scelta dell’indirizzo di studio, indicando l’eventuale opzione rispetto ai diversi indirizzi attivati dalla scuola.

La nota ricorda alle famiglie che i contributi scolastici sono volontari e distinti dalle tasse scolastiche che, al contrario, sono obbligatorie, ad eccezione dei casi di esonero. Le famiglie saranno preventivamente informate sulla destinazione dei contributi, in modo da poter conoscere le attività che saranno finanziate con gli stessi, in coerenza con il Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF).

Pertanto, nel ricordare alle famiglie che la registrazione sul portale dedicato (www.istruzione.it/iscrizionionline/) a partire dalle ore 9:00 del 20 dicembre 2021 è un passaggio propedeutico all’iscrizione, si comunica che nei primi giorni di gennaio sarà diffusa specifica informativa relativa alle iscrizioni per l’anno scolastico 2022-2023.

Statte, 1° dicembre 2021

                                                                                                                                                                IL DIRIGENTE SCOLASTICO

                                                                                                                                                                     Rossana FORNARO

                     

AVVISO AGLI ELETTORI

VOTAZIONI PER IL RINNOVO DEL CONSIGLIO D’ISTITUTO INVITO AL VOTO

Domenica 28 novembre 2021 dalle ore 08.00 alle ore 12.00

e

Lunedì 29 novembre 2021 dalle ore 08.00 alle ore 13.30

 

Tutti gli aventi diritto al voto, genitori docenti, personale ATA sono invitati a recarsi ai seggi elettorali per esprimere il proprio voto per il rinnovo del Consiglio di Istituto 2021/24.

Le componenti Genitori Docenti, e ATA hanno presentato le liste dei candidati (le liste sono pubblicate all’albo on line del sito web), che saranno riprodotte (nominativi e motto) nelle schede elettorali utilizzate per la votazione. Si potranno esprimere fino a due preferenze per i candidati rappresentanti dei genitori e per il personale docente. Per il Personale ATA si può esprimere una sola preferenza.

Hanno diritto di voto e sono quindi inseriti negli elenchi elettorali:

  • Genitori: tutti i genitori degli alunni dell’Istituto Comprensivo o chi ne esercita la patria potestà;
  • Docenti: tutti i docenti con incarico a tempo indeterminato o supplente con incarico annuale;
  • Personale ATA: tutto il Personale ATA con incarico a T.I. e con incarico annuale.

Nell’Istituto Comprensivo sono costituiti 3 seggi elettorali:

 

  • Seggio 1 – presso la Scuola Primaria Giovanni XXIII votano:
  • I genitori dei bambini frequentanti la scuola Giovanni XXIII, Girotondo e Madre Teresa;
  • Il personale docente del plesso di scuola primaria Giovanni XXIII e infanzia Girotondo e Madre Teresa;
  • Il personale ATA in servizio nel plesso.

-       Seggio N. 2 – presso la Scuola Primaria P. Borsellino votano:

  • I genitori dei bambini frequentanti la scuola primaria Borsellino;
  • Il personale docente del plesso
  • Il personale ATA in servizio nel plesso.

 

-       Seggio n° 3- presso la Scuola Secondaria L. da Vinci

  • I genitori degli alunni frequentanti la scuola secondaria;
  • Il personale docente del plesso di scuola secondaria;
  • Il Personale ATA in servizio nel plesso.

N.B.: Si vota apponendo un segno sul numero romano che indica il motto e la lista prescelta. Le preferenze dei candidati in un numero massimo di una o due a seconda della componente, si esprimono apponendo un segno sul numero corrispondente al nominativo del candidato prescelto. Per la componente docente, lelettore può esprimere due voti di preferenza; Per la componente genitori lelettore può esprimere due voti di preferenza; Per la componente ATA lelettore può esprimere un solo voto preferenza. Si prega di presentarsi muniti di documento di riconoscimento.

 

N.B. I genitori di piu alunni iscritti in classi diverse dell’Istituto Comprensivo votano una volta sola, nel plesso di scuola frequentata dal figlio minore.

                                                                                                                                                                               La Commissione Elettorale

 

Alle famiglie degli alunni

 

Oggetto: Informativa Istruzione Parentale - Aspetti normativi e operativi.

 

Istruzione parentale.

Nella presente informativa si utilizza l’espressione “istruzione parentale” nella consapevolezza che sono in uso diverse modalità per indicare questo tipo d’istruzione.

La scuola è aperta a tutti: lo dice espressamente l’articolo 34 della Costituzione. Un’alternativa alla frequenza delle aule scolastiche è rappresentata infatti dall’istruzione parentale conosciuta anche come scuola   familiare,   indicata   anche   con   termini   anglosassoni quali: homeschooling o home education. Tutte queste espressioni indicano la scelta della famiglia diprovvedere direttamente all’educazione e all’istruzione dei figli. I genitori qualora decidano di avvalersi dell’istruzione parentale devono rilasciare al dirigente scolastico della scuola più vicina un’apposita dichiarazione, da rinnovare anno per anno, circa il possesso della capacità tecnicao economica per provvedere all’insegnamento parentale. Il dirigente scolastico ha il dovere di accertarne la fondatezza. A garanzia dell’assolvimento del dovere all’istruzione, il minore è tenuto asostenere un esame di idoneità all’anno scolastico successivo. Più recentemente è stato stabilito che in caso di istruzione parentale, i genitori dello studente, ovvero coloro che esercitano la responsabilitàgenitoriale, sono tenuti a presentare annualmente la comunicazione preventiva al dirigente scolasticodel territorio di residenza. Questi studenti sostengono annualmente l’esame di idoneità per il passaggio alla classe successiva in qualità di candidati esterni presso una scuola statale o paritaria, fino all’assolvimento dell’obbligo di istruzione. La scuola che riceve la domanda di istruzione parentale è tenuta a vigilare sull’adempimento dell’obbligo scolastico dell’alunno. A controllare nonè competente soltanto il dirigente della scuola, ma anche il sindaco.

Norme di riferimento.

  • Costituzione, 30 “è dovere e diritto dei genitori mantenere, istruire, educare i figli. Nei casi di incapacità dei genitori, la legge provvede a che siano assolti i loro compiti”.
  • Costituzione, 34 “l’istruzione inferiore, impartita per almeno 8 anni, è obbligatoria e gratuita”.
  • Legge 5 febbraio 1992, n. 104, art. 12 comma 9 Ai minori handicappati soggetti all’obbligo scolastico, temporaneamente impediti per motivi di salute a frequentare la scuola, sono comunque garantite l'educazione e l'istruzione scolastica.
  • Decreto legislativo 16 aprile 1994, n.297, art 111 comma 2: I genitori dell’obbligato o chi ne fa le veci che intendano provvedere privatamente o direttamente all’istruzione dell’obbligato devono dimostrare di averne la capacità tecnica od economica e darne comunicazione anno per anno alla competente autorità.”

 

  • Decreto Ministeriale 13 dicembre 2001, n.489, art. 2 comma 1 “Alla vigilanza sull’adempimento dell’obbligo di istruzione provvedono secondo quanto previsto dal presente regolamento:
    1. il sindaco, o un suo delegato, del comune ove hanno la residenza i giovani soggetti al predetto obbligo di istruzione;
  • b) i dirigenti scolastici delle scuole di ogni ordine e grado statali, paritarie presso le quali sono iscritti, o hanno fatto richiesta di iscrizione, gli studenti cui è rivolto l’obbligo di istruzione”.
  • Decreto legislativo 25 aprile 2005, n. 76, art 1, comma 4: Le famiglie che – al fine di garantire l’assolvimento dell’obbligo di istruzione – intendano provvedere in proprio alla istruzione dei minori soggetti all’obbligo, devono mostrare di averne la capacità tecnica o economica e darne comunicazione anno per anno alla competente autorità, che provvede agli opportuni controlli”. Pertanto, la scuola non esercita un potere di autorizzazione in senso stretto, ma un semplice accertamento della sussistenza dei requisiti tecnici ed
  • Legge 27 dicembre 2006, n. 296, articolo 1, comma 622: “L’istruzione impartita per almeno dieci anni è obbligatoria ed è finalizzata a consentire il conseguimento di un titolo di studio di scuola secondaria superiore o di una qualifica professionale di durata almeno triennale entro il diciottesimo anno d’età “.
  • Decreto legislativo 13 aprile 2017 62 art. 23 “In caso di istruzione parentale, i genitori dell’alunna o dell’alunno, della studentessa o dello studente, ovvero coloro che esercitano la responsabilità genitoriale, sono tenuti a presentare annualmente la comunicazione preventiva al dirigente scolastico del territorio di residenza. Tali alunni o studenti sostengono annualmente l’esame di idoneità per il passaggio alla classe successiva in qualità di candidati esterni presso una scuola statale o paritaria, fino all’assolvimento dell’obbligo di istruzione

(Fonte: https://www.miur.gov.it/istruzione-parentale)

 

Obbligo d’istruzione.

L’obbligo d’istruzione riguarda la fascia di età compresa tra i 6 e i 16 anni.

I dieci anni dell’obbligo sono parte della formazione aperta a tutti e si collocano nell’ambito del diritto-dovere all’istruzione ed alla formazione che, come è noto dall’ex art. 1 comma 622 L. n.296/2006 – Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2007), prevede che: “L’istruzione impartita per almeno dieci anni è obbligatoria ed è finalizzata a consentire il conseguimento di un titolo di studio di scuola secondaria superiore o di una qualifica professionale di durata almeno triennale entro il diciottesimo anno di età”.

…omissis…L’età per l’accesso al lavoro è conseguentemente elevata da quindici a sedici anni.…omissis… L’innalzamento dell’obbligo di istruzione decorre dall’anno scolastico 2007/2008.” L’obbligo d’istruzione, quindi, mira a garantire a tutti l’acquisizione delle competenze di base e coinvolge, in particolare, la responsabilità condivisa dei genitori, cui competono le scelte tra le diverse tipologie di scuola e le opzioni del tempo scuola e delle istituzioni scolastiche da cui dipende l’adozione delle strategie più efficaci e coerenti, atte a garantire elevati livelli d’apprendimento e di formazione. Comunque è il caso di precisare che nell’ordinamento scolastico italiano è obbligatoria l’istruzione primaria, ma non la frequentazione di una scuola pubblica o privata. L’art. 1 comma 4 del D.lgs. 76/2005, “Definizione delle norme generali sul diritto-dovere all’istruzione e alla formazione a norma dell’art. 2 comma 1 lettera c) della l. 53/2003”, prevede che: “I genitori, o chi ne fa le veci, che intendano provvedere privatamente o direttamente all’istruzione dei propri figli, ai fini dell’esercizio del diritto-dovere, devono dimostrare di averne le capacità tecnica o economica e darne comunicazione anno per anno alla competente autorità che provvede agli opportuni controlli”.

Secondo l’art. 5 del D.lgs 76/2005: “Responsabili dell’adempimento del dovere d’istruzione e formazione sono i genitori dei minori o coloro che a qualsiasi titolo ne facciano le veci, che sono tenuti ad iscriverli alle istituzioni scolastiche e formativa. Alla vigilanza sull’adempimento del dovere d’istruzione e formazione provvedono:

  • il Comune ove hanno la residenza i giovani che sono soggetti al predetto dovere;
  • il Dirigente dell’istituzione scolastica presso la quale sono iscritti ovvero abbiano fatto richiesta d’iscrizione gli studenti tenuti ad assolvere al predetto dovere;

 

  • la Provincia, attraverso i servizi per l’impiego in relazione alle funzioni di loro competenza a livello territoriale;
  • i soggetti che assumono, con contratto di apprendistato, i giovani tenuti all’assolvimento dell’obbligo scolastico ed i soggetti competenti allo svolgimento delle funzioni rispettive in materia di previdenza sociale e di lavoro”.

Modalità di assolvimento e deroghe.

Il momento dell’iscrizione assume un significato particolare e si perfeziona con la frequenza scolastica. L’obbligo alla frequenza può essere assolto non solo nelle scuole statali e paritarie, ma anche attraverso “l’istruzione familiare”. In questo caso, a garanzia dell’assolvimento del dovere all’istruzione, il minore è tenuto a sostenere, ogni anno, l’esame d‘idoneità per l’ammissione all’anno successivo. Coloro che intendano provvedere in proprio all’istruzione dei minori soggetti all’obbligo, devono rilasciare al Dirigente della scuola del territorio di residenza, apposita dichiarazione – da rinnovare anno per anno – di possedere “la capacità tecnica ed economica” per provvedervi. Il Dirigente medesimo ha l’onere di accertare la fondatezza di tale dichiarazione. Coloro che frequentano una scuola non statale e non paritaria hanno l’obbligo di sottoporsi ad esame d’idoneità nel caso in cui intendano iscriversi a scuole statali o paritarie, nonché, in ogni caso, al termine della scuola primaria per il passaggio alla scuola secondaria di primo grado. Inoltre, tutti gli obbligati sono tenuti a sostenere l’esame di Stato a conclusione del primo ciclo d’istruzione. In particolare, per quanto attiene alle scuole d’istruzione secondaria di secondo grado, ad integrazione della C.M. n.101 del 30 dicembre 2010, la nota MIURAOODGOS prot. n. 781/R.U.U. del 04.02.2011 ed un recente parere espresso dal Consiglio di Stato in data 19.1.2011 n.579 su un ricorso straordinario al Capo dello Stato, portano a ritenere che l’istruzione parentale costituisca modalità di assolvimento dell’obbligo d’istruzione alternativa alla frequenza dei primi due anni degli istituti d’istruzione secondaria di secondo grado o alla frequenza dei percorsi d’istruzione e formazione professionale finalizzati al conseguimento di una qualifica. Pertanto, da un’interpretazione logico-sistematica della normativa deriva che “l’educazione parentale” può riguardare l’intera fascia dell’obbligo d’istruzione e deve tendere, come le altre modalità di adempimento, al conseguimento del titolo di studio conclusivo del primo ciclo e all’acquisizione dei saperi e delle competenze relativi ai primi due anni d’istruzione secondaria superiore.

Alla luce di tali norme, di rango primario, pare agevole precisare:

  • La responsabilità dell’adempimento dell’obbligo scolastico è dei genitori dei minori (o di chi ne fa le veci)
  • La scelta dell’istruzione parentale va fatta annualmente e comunicata all’autorità competente da parte di entrambi i genitori dei minori
  • Come previsto dall’art. 1 comma 4 D.lgs 76/2005, i genitori che esercitano tale diritto sono tenuti darne comunicazione all’Autorità
  • La comunicazione va indirizzata al Sindaco del Comune in cui risiede il minore, responsabile della vigilanza sull’adempimento dell’obbligo (art 5 d. lgs. 76/2005). Il Dirigente scolastico è coinvolto nella vigilanza sull’obbligo quando il minore è stato iscritto, o per lui è stata richiesta l’iscrizione, presso un’istituzione scolastica (art. 5 comma 2 lettera b lgs. 76/2005). Risulta comunque opportuno inviare la comunicazione tanto al Sindaco quando al Dirigente scolastico della scuola che sarebbe territorialmente competente per la iscrizione
  • Dal momento in cui la Scuola riceve la comunicazione diventa scuola vigilante sull’adempimento dell’obbligo ed invia apposita comunicazione al Comune
  • La comunicazione va effettuata annualmente
  • In ogni momento dell’anno i genitori possono scegliere l’istruzione parentale per i propri figli, anche interrompendo la frequenza presso una scuola statale o paritaria. E’ in ogni caso consigliabile effettuare tale comunicazione, per il successivo anno scolastico, entro il termine stabilito annualmente per le iscrizioni scolastiche
  • I genitori che scelgono l’istruzione parentale sono tenuti a dimostrare di averne la capacità tecnica economica, per provvedere direttamente o privatamente all’istruzione dei figli

 

  • La capacità tecnica è necessaria per provvedere “direttamente” all’istruzione dei figli; la capacità economica è necessaria per provvedere “privatamente” all’istruzione dei figli. Per capacità tecnica si può ragionevolmente intendere un grado d’istruzione, posseduto da almeno uno dei genitori, sufficiente per poter insegnare direttamente al figlio (vi è quindi un rapporto tra età del minore, grado scolastico di riferimento e titolo di studio del genitore). Il genitore è tenuto a fornire i documenti base comprovanti la capacità tecnica (ad es. autodichiarazione sul titolo di studio posseduto). Se ci si avvale di uno o più professionisti è possibile fornire anche i nomi e i titoli di tali persone
  • Per capacità economica si può intendere un livello di reddito, anche minimo purché presente, che possa permettere ai genitori di usufruire di prestazioni professionali onerose per l’istruzione del figlio
  • Dopo l’esame conclusivo della Scuola secondaria di primo grado è bene inviare la comunicazione al Dirigente scolastico della secondaria di primo grado competente a ricevere le iscrizioni per la scuola

Esami d’idoneità e di Stato.

L’ordinamento scolastico italiano è fondato sul valore legale dei titoli di studio, che trova il proprio riferimento normativo più autorevole nell’art. 33 comma 5 della Costituzione. I titoli di studio scolastici con valore legale sono di due tipi: quelli intermedi e quelli finali. Quelli intermedi riguardano la “idoneità” alla frequenza di una determinata classe. Quelli finali sono rilasciati al superamento di un esame di Stato (oggi previsto sia al termine del primo ciclo che al termine del secondo ciclo d’istruzione). L’istituto dell’istruzione parentale è riconosciuto idoneo dall’ordinamento per l’assolvimento dell’obbligo scolastico, ma non anche per il rilascio di titoli di studio aventi valore legale.

Anche le scuole non paritarie, previste dall’ordinamento, assicurano l’assolvimento dell’obbligo, ma non possono rilasciare titoli né intermedi né finali, aventi valore legale (come invece è riconosciuto alle scuole statali o paritarie). I titoli finali poi, comportando il superamento di un esame di Stato, vedono il coinvolgimento di una Commissione esaminatrice che opera quale organo dello Stato. Di norma alla valutazione scolastica, che costituisce il titolo di studio avente valore legale, gli studenti arrivano attraverso un percorso caratterizzato dalla frequenza della scuola. L’art. 192 del Tu 297/1994 al comma 1 prevede che: “Per coloro che non provengono da istituti e scuole statali, pareggiati o legalmente riconosciuti, l’accesso alle classi successive alla prima ha luogo per esame d’idoneità”. La C.M. 27 del 05/04/2011 stabilisce quanto segue:

  • Gli alunni che, ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di istruzione, frequentano scuole non statali non paritarie oppure si avvalgono di istruzione parentale, e i cui genitori hanno fornito annualmente relativa comunicazione preventiva al dirigente scolastico del territorio di residenza, devono chiedere, ai fini dell’ammissione alla classe successiva o al successivo grado di istruzione, di sostenere in qualità di candidati esterni gli esami di idoneità o di licenza presso una scuola statale o paritaria nei termini sotto indicati.
  • Per i candidati esterni provenienti da istruzione parentale l’esame di idoneità, ai fini dell’accertamento dell’assolvimento dell’obbligo di istruzione, è dovuto annualmente, mentre per quelli provenienti da scuola non statale non paritaria l’esame di idoneità è previsto soltanto al termine della scuola primaria o in caso di passaggio a scuole statali o
  • Non possono sostenere gli esami di idoneità e di Stato in qualità di candidati esterni, al termine dell’anno scolastico e ove non si siano ritirati prima del 15 marzo, coloro che abbiano frequentato, nel medesimo anno scolastico, da alunni interni una classe di scuola statale o paritaria indipendentemente dal fatto che:
  • siano o meno stati scrutinati per l’ammissione alla classe successiva ed all’esame di Stato
  • siano o meno stati ammessi, se scrutinati, a tale classe o all’esame
  • siano in possesso del requisito dell’età per l’accesso all’esame di Stato ovvero ad una qualunque classe superiore a quella

 

  • L’accesso all’esame di idoneità per le classi seconda, terza, quarta e quinta della scuola primaria e per la prima classe della scuola secondaria di primo grado è consentito a coloro che, entro il 31 dicembre dello stesso anno in cui sostengono l’esame, abbiano compiuto o compiano rispettivamente il sesto, il settimo, l’ottavo, il nono e il decimo anno di età
  • L’accesso agli esami di idoneità per le classi seconda e terza della scuola secondaria di primo grado è consentito a coloro che, entro il 30 aprile dello stesso anno in cui sostengono l’esame, abbiano compiuto o compiano rispettivamente l’undicesimo e il dodicesimo anno di età e che siano in possesso dell’attestazione di ammissione al primo anno di scuola secondaria di primo grado
  • L’accesso all’esame di Stato al termine del primo ciclo di istruzione è consentito ai candidati esterni che abbiano compiuto, entro il 30 aprile dell'anno scolastico in cui si svolge l’esame, il tredicesimo anno di età e che siano in possesso dell’attestato di ammissione alla prima classe della scuola secondaria di primo grado. Sono inoltre ammessi i candidati che abbiano conseguito la predetta ammissione da almeno un triennio e i candidati che nell'anno in corso compiano ventitré anni di età
  • I genitori o gli esercenti la patria potestà dei candidati esterni, per i quali intendono chiedere l’iscrizione ad esame di idoneità o all’esame di Stato, presentano domanda in carta semplice al dirigente della scuola statale o paritaria prescelta, fornendo, come dichiarazione sostitutiva di certificazione, i necessari dati anagrafici dell’alunno, gli elementi essenziali del suo curricolo scolastico e la dichiarazione di non frequenza di scuola statale o paritaria nell’anno in corso o di avvenuto ritiro da essa entro il 15 marzo
  • Per accedere all’esame di idoneità o di Stato i candidati esterni devono presentare domanda di iscrizione ad una scuola statale o paritaria entro il 30 aprile dell’anno scolastico di riferimento
  • La commissione per l’esame di idoneità a classi della scuola primaria o alla classe del primo anno della scuola secondaria di primo grado è composta da due docenti designati dal dirigente La commissione per l’esame di idoneità alle classi seconda e terza della scuola secondaria di primo grado, presieduta dal dirigente scolastico o da suo delegato, è composta da un numero di docenti corrispondente al consiglio di classe tipo della scuola, designati dal dirigente scolastico
  • Il dirigente scolastico, sentito il collegio dei docenti, determina il calendario delle prove dell’esame di idoneità che si svolgono in una sessione unica nel mese di
  • Le prove degli esami di idoneità vertono sui piani di studio delle classi per le quali i candidati non siano in possesso di promozione o di idoneità.
  • L’esame di idoneità alle classi della scuola primaria e alla prima classe della scuola secondaria di I grado consiste in due prove scritte, riguardanti, rispettivamente l’area linguistica e l’area matematica ed in un colloquio inteso ad accertare l’idoneità dell’alunno alla frequenza della classe per la quale sostiene l’esame.
  • L’esame di idoneità alle classi seconda e terza della scuola secondaria di I grado consiste nelle prove scritte di italiano, di matematica e della prima lingua comunitaria adottata dalla scuola sede di esame, nonché in un colloquio pluridisciplinare su tutte le materie di
  • La valutazione delle prove è effettuata collegialmente dalle commissioni con l’attribuzione, a maggioranza, di voti numerici espressi in decimi. L’esame è superato se il candidato ottiene almeno sei/decimi in ogni prova d’esame.
  • I candidati il cui esame abbia avuto esito negativo, possono essere ammessi a frequentare altra classe inferiore, a giudizio della commissione
  • L’esito degli esami di idoneità è pubblicato all’albo della scuola con la sola indicazione: idoneo/non idoneo alla classe. Al candidato che supera l’esame di idoneità viene rilasciato un certificato recante indicazione dell’esito dell’esame sostenuto e dei voti attribuiti alle singole

Occorre precisare, inoltre, che l’unico modo per accertare, da parte della scuola, che venga effettivamente svolto l’insegnamento-apprendimento, come si evince dalla nota prot. 5693 del 20 giugno 2005, è quello di verificare annualmente che i bambini ed i ragazzi abbiano effettivamente appreso quanto stabilito dagli obiettivi di apprendimento, “soltanto attraverso esami d’idoneità per

 

il passaggio alla classe successiva, indipendentemente dalla circostanza che gli studi vengano proseguiti privatamente o presso una scuola del sistema nazionale d’istruzione. Tale linea realizza anche … la possibilità di fornire al giovane interessato una documentazione storica e periodica del suo percorso formativo”. Pertanto, la necessità della verifica annuale tramite esami d’idoneità deriva direttamente dalla normativa primaria, che stabilisce l’obbligo d’istruzione ed il correlato dovere di vigilanza.

Aspetti operativi e modulistica

A livello pratico, si pensa sia utile un quadro di riferimento per quanto riguarda le procedure da attivare.

TEMPI

AZIONE

MODULISTICA

Preferibilmente nel periodo delle iscrizioni (gennaio / febbraio) per l’anno scolastico successivo. Quando si realizza la prima volta l’idea e comunque non oltre il 15 marzo e in seguito, annualmente, nel periodo delle iscrizioni.

Avvio della procedura e conferma annuale

MODULO A

Comunicazione d’istruzione parentale - ritiro alunno dalla frequenza scolastica (Al DS)

MODULO B

Comunicazione d’istruzione parentale (Al Sindaco)

In tempi iniziali

Presentazione del PREVENTIVO di PROGRAMMA che anticipa il lavoro dell’alunno e deve tener conto delle Indicazioni Nazionali Ministeriali.

MODULO UdA

Unità       di                Apprendimento disciplinari

Entro il 30 aprile di ogni anno

Richiesta      esame                    d’idoneità candidato esterno

MODULO C

Domanda d’esame d’idoneità / licenza fine ciclo

ALLEGATO 1

PROGRAMMA SVOLTO

Ulteriori informazioni.

L’Istituto Comprensivo Statale “Giovanni XXIII” di Statte (TA) nelle rappresentanze di Dirigente e Personale Docente è a disposizione delle Famiglie, in un’ottica di dialogo, per tutti i momenti di possibile collaborazione che potranno verificarsi. In particolare per quanto concerne aspetti iniziali e finali dell’intera procedura.

Statte, 18 settembre 2021                                                                    IL DIRIGENTE SCOLASTICO Rossana FORNARO

Allegati:

MODULO A: Comunicazione d’istruzione parentale - ritiro alunno dalla frequenza scolastica (Al DS)

MODULO B: Comunicazione d’istruzione parentale (Al Sindaco) MODULO UdA: Unità di Apprendimento disciplinari MODULO C: Domanda d’esame d’idoneità / licenza fine ciclo ALLEGATO 1: PROGRAMMA SVOLTO

 

MODULO A Comunicazione d’istruzione parentale - ritiro alunno dalla frequenza scolastica (Al DS)

Al Dirigente scolastico dell’I.C.S. “Giovanni XXIII Statte (TA)

Il sottoscritto                                                                                                                                                                                                                                                                                   nato a                                                                                                    il                                                   in possesso del seguente titolo di studio                                                                                                        professione                                                                                                                                                e la sottoscritta                                                                                                                                                                                                                                                                                    nata a                                                                                                    il                                                   in possesso del seguente titolo di studio                                                                                                        professione                                                                                                                                                ambedue residenti a                                                              in via/piazza                                                   n°          genitori di                                                                                                                                                   nat       a                                                                                        il                                                                    DICHIARANO

  • di ritirare il proprio figlio dalla frequenza della scuola in data odierna;
  • di aver ricevuto dalla scuola l’allegato normativo relativo all’istruzione parentale e agli esami di idoneità;
  • di aver provveduto ad inviare comunicazione della decisione ad avvalersi dell’Istruzione parentale all’Amministrazione Comunale nella persona del SINDACO;
  • di prendere in carico la responsabilità dell’istruzione del loro figlio/a dichiarando di averne le capacità e le possibilità tecniche ed economiche;
  • che  l’istruzione      parentale      sarà       svolta      presso                                              , con indirizzo    ;
  • che sosterrà l’esame di idoneità presso la Scuola , con indirizzo                                                                          impegnandosi a comunicare per tempo a codesto Istituto ogni eventuale spostamento di sede di detto esame;
  • che comunicherà, in tempi utili, alla scuola i programmi svolti per poter articolare adeguatamente l’esame di idoneità.

COMUNICANO

che intendono provvedere direttamente all’istruzione del   propri   figli   nel grado corrispondente alla classe

                      primaria / secondaria di primo grado avvalendosi dell’art. 30 della Costituzione e norme derivate, impegnandosi a far sostenere al _ propri figli l’esame annuale di idoneità alla classe successiva, presentando domanda presso una scuola statale o paritaria entro il 30 aprile dell’anno scolastico diriferimento. Statte,                                

Firma del padre                                               

Firma della madre                                           

Si allega fotocopia della carta d’identità dei richiedenti

 
   

 

Riservato Ufficio di Segreteria

I requisiti tecnici (in caso di istruzione diretta) / economici (in caso di istruzione privata) dei richiedenti risultano essere idonei.

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prof.ssa Rossana FORNARO

 

MODULO B Comunicazione d’istruzione parentale (Al Sindaco)

Alla c.a. del Sindaco di ………………….

……………………………….

Oggetto: Dichiarazione di Istruzione Parentale

Il sottoscritto ……………………………, nato a ………………. il........................... e la sottoscritta

………………………., nata a …………..….. il ………….…..; ambedue residenti a ………………

in via ………………….., numero………… genitori di ……………………….., nato a ……………

il………………………

DICHIARANO

 

che intendono provvedere direttamente all’istruzione del proprio figlio.................................. ,

avvalendosi degli art. 30, 33 e 34 della Costituzione Italiana e dell’art 147 del Codice Civile;

che si ritengono personalmente responsabili dell’assolvimento dell’obbligo di istruzione del loro figlio per l’anno scolastico …./…. in ottemperanza al TU 297/1994 art. 113 e al D.Lgs 76/2005, art.5 comma 1;

che riconoscono al Sindaco del Comune di ……………… e al Dirigente Scolastico del

……………………………………………………………… Via ……………………………….., la vigilanza sull’adempimento del dovere di istruzione e formazione, derivante dal D.Lgs 76/2005 e dal TU 297/1994 art. 109 e seguenti;

di possedere, in ottemperanza al D.Lgs.76/2005 art.1 commi 4 e 5 e ai sensi e per gli effetti degli art.. 46 e 47 del DPR n. 445/2000, le possibilità economiche o le capacità tecniche necessarie per provvedere direttamente all’istruzione del proprio figlio.

SalutandoLa cordialmente, La informiamo che nell’interesse primario di nostro figlio ci rendiamo fin da ora disponibili, nel caso lo ritenesse opportuno, ad incontrarLa per conoscerci personalmente.

Luogo e data…………………………………………

Firme di entrambi i genitori

Per contatti:

 

Telefono ………………………………….

Mail ……………………………………....

Si allega fotocopia della carta d’identità dei richiedenti

 

MODULO UdA: Unità di Apprendimento disciplinari

Unità di Apprendimento disciplinare per Istruzione parentale

Destinatario: …………………………………………………………………….

Dati identificativi

Anno Scolastico

………-………

Classe

………………………..

Disciplina

……………………..

Tempi

I e II Quadrimestre

COMPETENZE CHIAVE EUROPEE

(Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio, 18 dicembre 2006)

……………………………………………………..

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

(dalle NIN 2012)

………………………………………………………………………………………………………

………………………………………………………………………………………………………

………………………………………………………………………………………………………

Obiettivi di apprendimento (dalle NIN 2012)

NUCLEI FONDANTI

………………………………………………………………………………………………………

………………………………………………………………………………………………………

………………………………………………………………………………………………………

ABILITÀ

…………………………………..

…………………………………..

…………………………………..

CONOSCENZE

…………………………………..

…………………………………..

…………………………………..

Mediazione didattica

Metodi

…………………………………..

…………………………………..

…………………………………..

Soluzioni organizzative

…………………….

…………………….

Tempi

I e II

Quadrimestre

Controllo degli apprendimenti

Verifica delle competenze

…………………………………..

…………………………………..

Documentazione

…………………………………..

…………………………………..

               

Statte, …………………

I Genitori

…………………………………..   …………………………………..

 

MODULO C: Domanda d’esame d’idoneità / licenza fine ciclo

 

Al Dirigente scolastico dell’I.C.S. “Giovanni XXIII Statte (TA)

 

Oggetto: Richiesta esame di idoneità/licenza fine ciclo

I SOTTOSCRITTI

 

                                                         padre nato a                                      (          ) il       /      /               

                                                         madre nata a                                      (          ) il       /      /               

dell’alunno/a                                                                                                                              nato/a a

                                                                          (              ) il            /          /                   codice fiscale

                                                                                            residente in                                                                                                    alla via                                                                

CHIEDONO

 

 

  • l’ammissione agli esami di idoneità per la classe della Scuola     Primaria / Secondaria di 1° grado s.               /               
  • che il/la proprio/a figlio/a possa sostenere presso la vostra Scuola l’Esame di Stato conclusivo del primo ciclo d’istruzione, in qualità di privatista nella sessione di giugno                                       

A tal fine allegano i Programmi di lavoro svolti e dichiarano:

  • che il/la proprio/a figlio/a è in possesso di idoneità alla classe , alla quale era iscritto/a (indicare la classe e la scuola di provenienza                                                             ) e dalla quale si è ritirato/a il          /       /                                             
  • che il/la proprio/a figlio/a è in possesso di idoneità alla classe , acquisita da esame del precedente anno di scuola paterna
  • che ha studiato le seguenti lingue straniere:                                                                   
  • di non aver presentato e di non presentare altra domanda di questo tipo ad altra scuola.

 

Statte,       /      /             

 

Il padre                                                                                                                                        La madre         

 

ALLEGATI:

  • Programmi d’esame controfirmati dall’alunno, dal genitore e dai docenti che lo hanno preparato
  • Fotocopia documenti d’identità di entrambi i genitori
  • Fotocopia documento d’identità allievo